#Preview 1 - Ara votiva con Roma e Aquileia

Ara Roma - Aquileia

Ara Roma - Aquileia

#Preview 1 - Ara votiva con Roma e Aquileia

Data: 238 d.C.

Collocazione: Prima sala piano terra

Descrizione: 

L’ara celebra uno degli episodi più importanti per la la storia della città: l’assedio di Massimino il Trace del 238 d.C. In tale data la popolazione di Aquileia si schierò infatti a fianco degli imperatori eletti dal Senato di Roma (Pupieno e Balbino) combattendo contro l'imperatore Massimino, eletto dalle truppe militari sul fronte balcanico. L'usurpatore venne ucciso proprio ad Aquileia dalle sue stesse truppe. Su un fianco del rilievo si ritrovano per questo le personificazioni di Roma, con corona turrita e scettro, e di Aquileia, inginocchiata ai suoi piedi. La strenua resistenza opposta al nemico in tale occasione accrebbe infatti la fama di Aquileia, già considerata una delle città più fedeli a Roma in tutto l'Impero.

Il reperto fu rinvenuto inglobato nelle fondazioni di una torre difensiva tardoantica, dove fu reimpiegata come materiale da costruzione.

"Non si deve dimenticare che tanto grande fu la fedeltà degli Aquileiensi verso il Senato nella lotta contro Massimino che, mancando i nervi degli archi per tirare le frecce, fecero delle corde con i capelli delle loro donne. Ciò si dice fosse accaduto anche a Roma, tanto che il Senato consacrò, in onore delle matrone, un tempio a Venere Calva." (Historia Augusta - I due Massimini, 33.1)